Dorso – battuta di gambe con palla medica

    Dorso – battuta di gambe con palla medica

    Non tutti gli esercizi vertono sulla corretta posizione del corpo, questo di sicuro non è uno di quelli.

    [iframe https://www.youtube.com/embed/fZfF57o14wc?rel=0 640 480]

    migliori pinne corte nuoto swimmershop

    Perché farlo:
    Il desiderio di continuare a respirare ti aiuterà, dopo che avremo sovraccaricato di lavoro le gambe, ad imparare una battuta di gambe più veloce e corretta.

    Come farlo:
    1)
     Prendi una palla medica che sia adatta al nuotatore con cui lavori. I nuotatori più giovani possono fare quest’esercizio semplicemente tenendo le mani fuori dall’acqua. Gli agonisti di alto livello (come quello nel video) possono arrivare ad usare anche una palla medica da 5 o 6 kg!!
    2)  Inizia con una battuta di gambe a dorso tenendo la palla vicina al petto. Fai qualche 25 o 50.
    3)  Dopodiché alza la palla completamente fuori dall’acqua.
    4)  Alterna vasche con la palla vicino al petto a vasche con la palla fuori.

    Come farlo davvero bene:
    Per tenere la palla completamente fuori dall’acqua la velocità della battuta di gambe deve aumentare. Tieni le gambe ben distese e le gambate strette (non ampie) e veloci. Non andrai certo veloce ma la parte importante è tenere la palla fuori dall’acqua.

    Sperimenta provando a vedere quanto in alto riesci a tenerla… è uno spasso, almeno per chi ti guarda 🙂 !

    Articoli Simili:

    SwimFin un aiuto per l'insegnamento del nuoto?
    La pinna Swimfin, incrocio tra tavoletta e ausilio galleggiante aiuterà ad imparare il nuoto e a vincere la paura dell'acqua divertendo i bambini. Un aiuto tecn...
    Allenamento - nuota 500 m, nuotane un sacco!
    Allenamento - nuota 500 m Con "allenamento - nuota 500 m" vi proponiamo un allenamento davvero intenso adatto per atleti veramente allenati e che vi porterà vi...
    Confronto e differenze tra gli Snorkel FINIS - Parte 6 di 6
    In questa nostra breve guida agli Snorkel frontali è bene anche sapere cosa NON FA il respiratore frontale. Benché si possa pensare che lo snorkel sia uno strum...
    La frequenza e i Tempo Trainer
    Quest'oggi riportiamo un articolo apparso sul sito dell' A.S. Molinella Nuoto a firma Andrea Scalambra che reputiamo molto ben fatto e di estremo interesse per ...
    Allenamento nuoto - rilassato vs. veloce
    Allenamento nuoto - rilassato vs. veloce Questo allenamento nuoto dell'atleta FINIS Heather Rose Scott (trovi l'originale su Set of the week: easy vs. fast). L...
    4 esercizi specifici per la muscolatura di supporto nella Rana
    Del Dr. G. John Mullen I ranisti sono nuotatori unici. Quali altri atleti vogliono rimanere seduti con le gambe a W tutto il tempo per sviluppare un'ampiezza...
    Nuoto, allenamento anaerobico con andatura da gara (di Steve Bratt)
    Nuoto, allenamento anaerobico con andatura da gara (di Steve Bratt) In Nuoto, allenamento anaerobico l'allenatore  statunitense Steve Bratt propone un allename...
    Il parere di un Master sulla pinna EDGE di Finis
    Il parere di un Master americano sulle nuove pinne EDGE della FInis: È stato un allenamento fantastico con le pinne EDGE di Finis. Sono arrivato al punto che...
    824views

    You may also like